domenica 10 maggio 2009

La morettina







Questo dolce l'ho preparato proprio oggi, in occasione della festa della MAMMA !
Colgo l'occasione per fare gli auguri a tutte le mamme del mondo, e per rinnovare ancora una volta gli auguri alla mia =) !!


Ingredienti:


  • 2 patate medie





  • 2 uova





  • 50gr di burro





  • 150gr di farina 00





  • una bustina di lievito





  • 120gr di zucchero





  • 1 yogurt





  • 2 cucchiai di latte





  • 35gr di cacao amaro (se usate quello dolce riducete la quantità di zucchero)





  • un pizzico di sale





  • una fialetta di aroma di mandorle





Lessare le patate e schiacciarle con il dorso della forchetta.In una terrina lavorare con le fruste elettriche il burro e lo zucchero, unirvi poi le patate ancora calde, le uova intere, lo yogurt, il latte, il pizzico di sale e il cacao.

Amalgamare bene il composto e unirvi un po' per volta la farina setacciata, la fialetta di aroma alla mandorla e per ultimo il lievito.






Versare l'impasto in uno stampo in silicone (se usate la classica teglia ricordatevi d'imburrare e infarinare). Cuocere in forno a 170° per circa 45 minuti.



5 commenti:

Federica ha detto...

questa torta deve essere squisita! ho già usato le patate nei dolci!
ciaooooooooooooo

katty ha detto...

buonissima!!!! complimenti!!!

Federica ha detto...

Grazie mille a entrambe. Vi consiglio davvero di provarla, non ve ne pentirete ;) !!

bibi ha detto...

HO PROVATO LA TUA TORTA, PREMETTO CHE NON SONO MOLTO BRAVA IN CUCINA MA IL PROCEDIMENTO MI SEMBRAVA SEMPLICE E ANCHE GLI INGREDIENTI NIENTE DI ELABORATO, MA COME MAI A ME è VENUTA UN Pò GOMMOSA E SI è ROTTA NEL FORNO (FORSE UNA BUSTINA DI LIEVITO ERA TROPPO?)HO DEI DUBBI SULLA COTTURA, FORSE 45 M X IL MIO FORNO SONO TROPPI!!

GRAZIE SE MI RISPONDI

Federica ha detto...

Bibi, sicuramente sarà colpa delle patate, dalla qualità prima di tutto!
Per il resto sta a te capire la temperatura giusta del tuo forno i gradi sono indicativi, ma ognuno deve capire a quale temperatura funziona meglio il proprio forno.